Richiedi il tuo preventivo

online

FONDAMENTALI ARTICOLI DI LEGGE CHE REGOLANO LA SORVEGLIANZA SANITARIA AZIENDALE SECONDO IL

D.L. 81/08 E SUCC. MODIF. E OBBLIGHI A ESCLUSIVO CARICO DEL DATORE DI LAVORO.

LE NORME QUI RIPORTATE SONO PUBBLICATE TESTUALMENTE IN GAZZETTA UFFICIALE:

 

Le visite mediche sono obbligatorie per normativa da uno a piu’ lavoratori come da Art. 2 del D.L. 81/08 e succ. modif. il quale dice testualmente

Art. 2 – LAVORATORE: persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari. Al lavoratore così definito è equiparato: il socio lavoratore di cooperativa o di società, anche di fatto, che presta la sua attività per conto delle società e dell’ente stesso; l’associato in partecipazione di cui all’articolo 2549, e seguenti del codice civile; il soggetto beneficiario delle iniziative di tirocini formativi e di orientamento di cui all’articolo 18 della legge 24 giugno 1997, n. 196, e di cui a specifiche disposizioni delle leggi regionali promosse al fine di realizzare momenti di alternanza tra studio e lavoro o di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro; l’allievo degli istituti di istruzione ed universitari e il partecipante ai corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici, ivi comprese le apparecchiature fornite di videoterminali limitatamente ai periodi in cui l’allievo sia effettivamente applicato alla strumentazioni o ai laboratori in questione; il volontario, come definito dalla legge 1° agosto 1991, n. 266; i volontari del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e della protezione civile; il volontario che effettua il servizio civile; il lavoratore di cui al decreto legislativo 1° dicembre 1997, n. 468, e successive modificazioni.

 

Art. 18. Del D.L. 81/08 e succ. modif.

(Obblighi del datore di lavoro e del dirigente)

Il datore di lavoro, che esercita le attività di cui all’articolo 3, e i dirigenti, che organizzano e dirigono le

stesse attività secondo le attribuzioni e competenze ad essi conferite, devono:

a) nominare il medico del lavoro competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria nei casi previsti dal

presente decreto legislativo.

g) inviare i lavoratori alla visita medica entro le scadenze previste dal programma di

sorveglianza sanitaria e richiedere al medico competente l’osservanza degli obblighi previsti a

suo carico nel presente decreto;

g-bis) nei casi di sorveglianza sanitaria di cui all’articolo 41, comunicare tempestivamente al

medico competente la cessazione del rapporto di lavoro;

h) adottare le misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni

affinché i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato ed inevitabile, abbandonino il posto di

lavoro o la zona pericolosa;

Art. 39. Del D.L. 81/08 e succ. modif.

(Svolgimento dell’attività di medico competente)

L’attività di medico del lavoro é svolta secondo i principi della medicina del lavoro e del codice etico

della Commissione internazionale di salute occupazionale (ICOH).

Il medico competente svolge la propria opera in qualità di:

a) collaboratore di una Struttura privata, convenzionata con l’imprenditore.

 

Art. 25 Del D.L. 81/08 e succ. modif.

(Obblighi del medico competente lavoro

Il medico competente:

a) collabora con il datore di lavoro e con il servizio di prevenzione e protezione alla valutazione dei

rischi, anche ai fini della programmazione, ove necessario, della sorveglianza sanitaria, alla

predisposizione della attuazione delle misure per la tutela della salute e della integrità psico-fisica dei

lavoratori, all’attività di formazione e informazione nei confronti dei lavoratori, per la parte di

competenza, e alla organizzazione del servizio di primo soccorso considerando i particolari tipi di

lavorazione ed esposizione e le peculiari modalità organizzative del lavoro. Collabora inoltre alla

attuazione e valorizzazione di programmi volontari di promozione della salute, secondo i principi della

responsabilità sociale;

Art. 25 comma L)

visita gli ambienti di lavoro almeno una volta all’anno o a cadenza diversa che stabilisce

in base alla valutazione dei rischi; l’ indicazione di una periodicità diversa dall’annuale deve essere

comunicata al datore di lavoro ai fini della sua annotazione nel documento di valutazione dei rischi;

 

Art. 38. Del D.L. 81/08 e succ. modif.

(Titoli e requisiti del medico competente)

Per svolgere le funzioni di medico del lavoro competente é necessario possedere uno dei seguenti titoli o requisiti:

a) specializzazione in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica;

b) docenza in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica o in

tossicologia industriale o in igiene industriale o in fisiologia e igiene del lavoro o in clinica del

lavoro;

c) autorizzazione di cui all’articolo 55 del decreto legislativo 15 agosto 1991, n. 277;

d) specializzazione in igiene e medicina preventiva o in medicina legale.

Art. 41. Del D.L. 81/08 e succ. modif.

(Sorveglianza sanitaria)

La sorveglianza sanitaria é effettuata dal medico competente:

a) nei casi previsti dalla normativa vigente, dalle indicazioni fornite dalla Commissione consultiva di cui

all’articolo 6;

La sorveglianza sanitaria comprende:

a) visita medica preventiva intesa a constatare l’assenza di controindicazioni al lavoro cui il lavoratore

é destinato al fine di valutare la sua idoneità alla mansione specifica;

b) visita medica periodica per controllare lo stato di salute dei lavoratori ed esprimere il giudizio di

idoneità alla mansione specifica. La periodicità di tali accertamenti, qualora non prevista dalla

relativa normativa, viene stabilita, di norma, in una volta l’anno. Tale periodicità può assumere

cadenza diversa, stabilita dal medico competente in funzione della valutazione del rischio.

L’organo di vigilanza, con provvedimento motivato, può disporre contenuti e periodicità della

sorveglianza sanitaria differenti rispetto a quelli indicati dal medico competente;

Contatti

TELEFONO

+0442 333082

WHATSAPP

347 4347232

EMAIL

info@medicals-modulon.it

INDIRIZZO

MEDI.CA.L.S. DI MODULON LUCA

via Gorna, 9 – 37052 Casaleone (Verona)

P.I. 02893640231

Cod. Fisc. MDLLCU75D08E512C

Codice Univoco Fatturazione: M5UXCR1